Un po’ di pagine di “Zardo”, il graphic novel Bonelli di Sclavi e Mammucari

L’11 giugno Sergio Bonelli Editore pubblicherà in liberia e fumetteria Zardo, graphic novel della linea Audace disegnato da Emiliano Mammucari (Orfani) a partire da una sceneggiatura di Tiziano Sclavi risalente agli anni Novanta e mai pubblicata, con i colori di Luca Saponti.

zardo bonelli tiziano sclavi emiliano mammucari

Come racconta Mammucari, «si tratta di una sceneggiatura che si era persa, come il protagonista, ed è rimasta ibernata per trent’anni. Leggerla è stato un tuffo al cuore, come se il tempo si fosse fermato davvero nel 1990. Nella sceneggiatura, Tiziano si rivolge direttamente al disegnatore, chiamandolo “Giampiero” (immagino si tratti di Casertano, ma lui non se lo ricorda)». Questa sceneggiatura era stata pubblicata invece sotto forma di romanzo (e poi come film) con un altro titolo, Nero.

Il volume – cartonato in formato 22×30 cm, 64 pagine a colori, 19,00 euro – è già pre-ordinabile online. Di seguito, la sinossi e alcune pagine in anteprima.

Un omicidio, un corpo da occultare, una notte senza fine, per un racconto fulminante, affilato come una lama, magistralmente illustrato da Emiliano Mammucari. Una storia cupa e senza via d’uscita, adattata da Tiziano Sclavi a partire dal suo romanzo Nero. Chi è Zardo? Una domanda semplice, che annega inesorabilmente nella complessità dell’incubo. Federico, lasciandosi convincere dalla sua nuova compagna Francesca, si reca a casa dell’ex ragazzo di lei. Lo trova morto, certamente ammazzato e, sospettando che possa essere stata Francesca, decide di far sparire il cadavere. Ma un investigatore privato ha visto tutto. È l’inizio di una serie di fughe, ricatti e rivelazioni…

zardo bonelli tiziano sclavi emiliano mammucari
zardo bonelli tiziano sclavi emiliano mammucari
zardo bonelli tiziano sclavi emiliano mammucari
zardo bonelli tiziano sclavi emiliano mammucari

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui.