I 5 migliori fumetti pubblicati a giugno 2020

I cinque migliori fumetti pubblicati nel nostro paese a giugno 2020, selezionati e commentati dalla redazione di Fumettologica.

La solitudine del fumettista errante, di Adrian Tomine (Rizzoli Lizard)

la solitudine del fumettista errante adrian tomine lizard

Definito dal Guardian «l’Alice Munro dei fumetti», Adrian Tomine è uno degli esponenti di primo piano della scena americana del fumetto, grazie a opere intimiste come Scene da un matrimonio imminente e Morire in piedi. Questa volta, invece, con la sua voce pacata e minimalista, ha voluto raccontare sé stesso in La solitudine del fumettista errante.

Presentato come «un memoir comico su fandom, fama e altri momenti imbarazzanti della vita», il fumetto ha un’impostazione diaristica – le tavole sono stampate su fogli a quadretti che evocano quelle di un quaderno scolastico – e un andamento episodico che accompagna il lettore nella vita di Tomine, scandagliando paure, insicurezze e tormenti personali legati sempre al proprio lavoro come fumettista.

Che sia il primo giorno di scuola, una visita medica o una cena tra amici, il fumetto è una costante nella vita di Tomine e, raccontandone gli aspetti negativi, l’autore non fa che ribadire il suo amore per la forma espressiva che si è scelto come lavoro.

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.