Le concept art di Moebius per il film “Willow” di Ron Howard

Nella seconda metà degli anni Ottanta, Jean Giraud – noto anche con il nome d’arte di Moebius – realizzò le concept art per il film fantasy Willow diretto da Ron Howard e basato su un soggetto di George Lucas, uscito poi nel 1988.

Moebius – autore di opere come BlueberryL’IncalArzach – è stato uno dei disegnatori di fumetti che hanno maggiormente influenzato l’immaginario fantascientifico e fantasy contemporaneo, e spesso ha prestato la sua immaginazione visionaria anche al cinema. Come successo con le concept art del film The Abyss, anche da questi disegni di Moebius traspare una visione e un immaginario complesso che solo in parte sono state poi riflesse dal film. Willow avrebbe infatti dovuto fondare il proprio impianto estetico sulle intuizioni del francese, che aveva intercettato la passione di Lucas per Akira Kurosawa e il teatro Nō e li aveva incorporati nei concept art. Le sue illustrazioni per il film mischiano influenze giapponesi a visioni medievalistiche di stampo classico. Il risultato fu uno stile fusion che nel prodotto finale venne sfortunatamente diluito con scelte più convenzionali.

Di seguito, i disegni realizzati da Moebius.

concept art moebius willow
concept art moebius willow
concept art moebius willow
concept art moebius willow
concept art moebius willow
concept art moebius willow
concept art moebius willow
concept art moebius willow
concept art moebius willow

Willowinterpretato da Warwick Davis e Val Kilmer – racconta la storia di Willow Ufgood, un contadino di un piccolo villaggio di nani che aspira a diventare uno stregone. Un giorno incontra una bambina umana abbandonata, che si rivela essere una principessa destinata a sconfiggere la malvagia strega e regina Bavmorda. Willow aiuta la bambina a tornare dal suo popolo, affrontando svariate peripezie, e poi affronta e sconfigge la strega. Willow è il primo lungometraggio in cui sono stati applicati effetti di morphing digitale. 

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.