“Il grido di Moloch” e “La fidanzata del Dr. Septimus”, i nuovi albi di Blake e Mortimer

blake mortimer nuovi albi fumetti

Alessandro Editore ha annunciato che a novembre pubblicherà il nuovo volume della serie regolare di Blake e Mortimer, Le cri du Moloch, di Jean Dufaux, Christian Cailleaux ed Étienne Schréder, con il titolo di L’urlo del moloch

Si tratta del ventisettesimo albo a fumetti con i personaggi ideati da Edgar P. Jacobs nel 1946, ma cronologicamente è la loro settima avventura, che va a colmare (parzialmente) il buco temporale tra L’onda Septimus (22° albo, ambientato nel giugno del 1953) e Il giuramento dei cinque lord (21° albo, primi mesi del 1954). Gli autori che hanno proseguito la serie dopo la morte del suo creatore, infatti, con le nuove storie stanno approfondendo sempre più le biografie del capitano Blake e del professor Mortimer, svelando cos’hanno fatto i due tra le storie già narrate. Ai 12 volumi di Jacobs negli anni se ne sono aggiunti 15 (e 2 sono in lavorazione), molti dei quali sono seguiti o prequel dei suoi classici.

L’urlo del moloch, in particolare, si innesterà nel filone inaugurato con Il marchio giallo (1953-1954), una delle avventure migliori di Jacobs, in cui i due protagonisti davano la caccia a un misterioso ladro e rapitore inafferrabile e sovrannaturale, per svelare infine il piano di uno scienziato pazzo, il Dottor Septimus, che aveva costruito una macchina per controllare le menti e cancellare la memoria. Nel 2013 Dufaux, insieme ad Antoine Aubin e ancora a Schréder, ne ha pubblicato il seguito, il già citato L’onda Septimus, in cui si scopriva che il macchinario era di origini aliene. L’Orpheus – questo il suo nome – alla fine dell’albo scompariva in un raggio di luce, lasciando chiaramente spazio per un eventuale seguito. A legare le due storie, oltre al macchinario, è la figura del colonnello Olrik, l’arcinemico di Blake e Mortimer, che, inizialmente vittima dell’onda Septimus, cerca di controllarla per rimanere infine sconvolto dalla distruzione del macchinario.

La sua presenza in L’urlo del moloch è anticipata già in copertina. Si trova rinchiuso in manicomio, dove Mortimer cerca di farlo rinsavire utilizzando la formula magica dello sceicco Abdel Razek (personaggio di L’enigma della Grande Piramide) e così facendo gli ridà la memoria. Blake e il professore scoprono così che esiste un secondo Orpheus, nascosto su una nave attrezzata a laboratorio, e incontrano addirittura il suo pilota alieno, chiamato Moloch dagli scienziati che lo stanno studiando, che si rivelerà una minaccia per il Regno Unito e il mondo intero.

La fidanzata del Dr. Septimus

Sempre legato al Marchio Giallo è l’altro volume in uscita nei prossimi mesi, La fidanzata del Dr. Septimus, di François Rivière e Jean Harambat. Non si tratta di un fumetto ma di un libro illustrato, come già L’avventura immobile di Didier Convard e André Juillard, e per questo non rientra nella serie regolare dei personaggi. Ambientato a Londra, prende le mosse da una cena tra Philip Mortimer, il nipote di Francis Blake e il regista James Whale – quello di Frankenstein, La moglie di Frankenstein e L’uomo invisibile -, impegnati a lavorare a un film sulla vicenda del Marchio Giallo. All’uscita dal ristorante, un’auto guidata da una donna cercherà di investirli, e poco dopo scopriranno che il Dottor Septimus aveva un’aiutante.

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Facebook e Twitter.