I manifesti di Lucca Comics & Games 2020 curati da Roberto Recchioni

Durante la diretta streaming di oggi 10 settembre condotta dal direttore generale di Lucca Crea Emanuele Vietina, sono stati presentati i manifesti dell’edizione 2020 di Lucca Comics & Games (che si svolgerà dal 29 ottobre al 1 novembre). A curarli è stato Roberto Recchioni, che ha incaricato dieci fumettisti di disegnarne altrettante versioni.

Al momento gli artwork mostrati sono tre più uno, realizzati da Fumettibrutti, Gigi Cavenago, Fraffrog e Leo Ortolani (che è il “più uno” in omaggio alla sua saga 299+1).

Gli altri autori dei manifesti saranno annunciati nelle prossime settimane. I poster saranno inoltre distribuiti ai visitatori durante la manifestazione in versione bianca per essere personalizzati.

manifesto lucca comics games
Da sinistra a destra, i manifesti di Fumettibrutti, Gigi Cavenago, Leo Ortolani, Fraffrog.

Il festival, nel proprio comunicato, ha spiegato così il progetto del manifesto.

Per rappresentare il nuovo progetto non basta un poster, ne servono dieci, cento, mille, tutti i poster che può immaginare un pubblico ampio come quello di Lucca. E per realizzare un’idea così ambiziosa non è sufficiente un unico artista. Ecco allora che Roberto Recchioni, autore eclettico che spazia dal fumetto ai romanzi, dal cinema ai videogiochi, si è calato nel ruolo di narratore, il primo a supportare e interpretare la trasformazione, invitando la grande comunità del festival a continuare a sognare: dream on.

È con questa esortazione che si presenta il progetto visivo di Lucca ChanGes 2020. Una traccia, un foglio da riempire, quello usato dai fumettisti per comporre le proprie tavole, e un community event che si fa promotore di una proposta indirizzata a tutti i sognatori che vogliono continuare a immaginare un mondo migliore. In dieci+1 hanno accolto subito l’invito a partecipare a questa grande opera collettiva, per rappresentare la Lucca di tutti e che ognuno vorrebbe, quella che deve cambiare per sopravvivere ed evolversi, per cui vale la pena non perdersi d’animo e per la quale fare il tifo. Li abbiamo chiamati dreamers.

lucca comics 2020 manifesto recchioni
Il poster “bianco” pensato da Roberto Recchioni
lucca comics 2020 manifesto cavenago
Il poster illustrato da Gigi Cavenago
Il poster illustrato da Fraffrog
lucca comics 2020 manifesto fumettibrutti
Il poster illustrato da Fumettibrutti
Il poster illustrato da Leo Ortolani

Roberto Recchioni, romano, classe 1974. È romanziere e sceneggiatore e soggettista per il cinema e il fumetto, illustratore, critico cinematografico e videoludico e web influencer. È il curatore di Dylan Dog. Ha scritto storie a fumetti per serie come Tex, Diabolik e Topolino ed è creatore delle testate John Doe e Detective Dante (assieme a Lorenzo Bartoli). Ha pubblicato i romanzi YA – La battaglia di Campocarne, Ya – l’Ammazzadraghi con Mondadori e più di recente per Feltrinelli Comics ha realizzato i graphic novel La Fine della Ragione e Roma Sarà Distrutta In Un Giorno.

Leo Ortolani, nato a Pisa nel 1967, è uno dei più importanti e apprezzati fumettisti italiani. Ha esordito nel 1989 con la storia di Rat-Man, che diventa il suo personaggio più celebre con oltre 100 numeri, numerose ristampe, alcune parodie e anche una serie animata per RAI. Tra gli altri lavori spiccano la serie Venerdì 12, il libro Due figlie e altri animali feroci e la graphic novel Cinzia (Bao Publishing), con protagonista l’omonimo personaggio di Rat-Man.

Fumettibrutti (aka Josephine Yole Signorelli) è nata a Catania nel 1991. Ha vinto nel 2019 il Premio Gran Guinigi di Lucca Comics & Games, con il suo graphic novel d’esordio Romanzo esplicito. Laureata all’Accademia di Belle Arti di Bologna, la sua ultima uscita è P. La mia adolescenza trans (Feltrinelli Comics) in cui racconta come mai prima gli anni del liceo e della sua transizione.

Fraffrog, in arte di Francesca Presentin, è nata nella provincia di Arezzo nel 1993, ed è una videomaker e illustratrice italiana. È del 2014 il suo primo lavoro cartaceo, Il fantastico pianeta che sta nel sistema solare ma nessuno lo sa perché nessuno l’ha mai visto; nel 2016, insieme a RichardHTT, ha pubblicato il fumetto Il Ducomentario (entrambi Shockdom). Ha un canale YouTube con più di 900.000 iscritti. Il suo ultimo libro Ma io che ne so? è uscito per Mondadori il 7 luglio 2020.

Gigi Cavenago è nato a Milano nel 1982, ed è fumettista e illustratore. Ha esordito nel 2005 pubblicando con Edizioni Star Comics la storia breve Predatore Naturale e ha collaborato poi alla seconda serie di Jonathan Steele. Dal 2014 collabora con Sergio Bonelli Editore per la serie Dylan Dog, diventando copertinista a partire dal numero 363 del novembre 2016.

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Facebook e Twitter.