Quando Mafalda se la prese con Silvio Berlusconi

mafalda

Nel 1973, dopo poco meno di 10 anni di pubblicazioni, Quino interruppe la striscia quotidiana dedicata a Mafalda, la bambina di 6 anni interessata ai problemi del mondo, che non ha remore nell’interrogare gli adulti sulle questioni politiche e sociali più spinose, tantomeno a dispensare giudizi. Da allora, il personaggio ha fatto solo alcune apparizioni sporadiche, una delle quali nel 2009 per affermare il proprio sdegno per a una frase sessista pronunciata dall’allora Presidente del Consiglio italiano Silvio Berlusconi.

Nel corso di un’intervista andata in onda all’interno del programma televisivo di Rai 1 Porta a porta, Berlusconi aveva definito la deputata del centrosinistra Rosy Bindi, presente in studio, «più bella che intelligente». La pronta risposta della parlamentare a quel commento – «Evidentemente io sono una donna che non è a sua disposizione» – divenne presto lo slogan di una campagna contro la propaganda maschilista promossa da Berlusconi, che si diffuse tra gli ambienti culturali del paese e nelle proteste di piazza, venendo stampato su bandiere e magliette, fino a trasformarsi in un caso internazionale.

A quel punto, anche il fumettista Quino volle sottolineare il proprio sdegno, inviando al quotidiano la Repubblica un proprio disegno inedito, in cui Mafalda – con l’aria particolarmente contrariata – pronunciava le parole «Non sono una donna a sua disposizione». Il disegno fu pubblicato a pagina intera dal giornale e poi ripreso anche dal Clarín, il più importante quotidiano argentino.

mafalda berlusconi

Fin dagli esordi, la striscia di Mafalda si occupò di tematiche come la maternità e il ruolo delle donne nella società, tanto da rendere la protagonista una vera e propria icona dei movimenti femministi di tutto il mondo. Lo stesso Quino si è più volte dichiarato solidale nel confronti delle lotte delle donne: «Ho sempre sostenuto le cause dei diritti umani in generale e dei diritti delle donne in particolare, alle quali auguro buona fortuna nelle loro rivendicazioni» affermò nel 2018 nel corso di un’intervista con il quotidiano spagnolo El País, dopo che una sua vignetta era stata utilizzata – senza il suo permesso – per una campagna contro l’aborto.

mafalda
© Joaquín S. Lavado (Quino)/Caminito S.a.s.

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Facebook e Twitter.