È morto l’editore Gianni Miriantini

morto gianni miriantini hazard
Gianni Miriantini | Foto via Facebook

L’editore Gianni Miriantini è morto il 25 dicembre a causa di un infarto. Fondatore della libreria Tour de Babel a Parigi e socio della casa editrice francese Vertige Graphic, Miriantini aveva fondato nel 1986 Hazard Edizioni, casa editrice specializzata nella pubblicazione di libri e cataloghi di grafica, illustrazione e fumetto d’autore italiano e internazionale. In carriera, ha curato diverse mostre sul fumetto per festival come Cartoomics di Milano e Comicon di Napoli.

Tra gli autori pubblicati negli anni da Hazard Edzioni ci sono stati Josè Muñoz, Paolo Cossi, Junji Itō, Lorenzo Mattotti, Enki Bilal, Dave McKean, Danijel Zezelj, Jacques Tardi, Sanpei Shirato e Leiji Matsumoto. Va però soprattutto ricordato l’impegno dell’editore nel tradurre e pubblicare in Italia alcune delle principali opere di Osamu Tezuka, il “dio del manga”, da Black Jack ad Ayako, da Budda a I tre Adolf, fino a La fenice.

Sul finire degli anni Novanta, Hazard Edizioni, inoltre, anticipò l’arrivo dei fumetti di Sergio Bonelli Editore in libreria, proponendo la riedizione delle storie di Martin Mistère, il detective dell’impossibile creato da Alfredo Castelli, in volumi cartonati e a tiratura limitata.

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.