È morto Richard Corben

richard corben morto
Autoritratto di Richard Corben

Il fumettista statunitense Richard Corben, noto per le sue storie horror e il suo segno grottesco e personale, è morto il 2 dicembre scorso all’età di 80 anni, in seguito a un’operazione al cuore. La notizia è stata diffusa oggi dalla moglie, Madonna Corben, su una pagina Facebook dedicata all’autore.

Nato ad Anderson, Missouri, nel 1940, Corben è considerato uno dei grandi autori del fumetto americano e aveva sulle spalle una carriera molto lunga e prolifica.

Cominciò a disegnare negli anni Sessanta con pubblicazioni underground, passando in poco tempo a lavorare per la casa editrice Warren, dove pubblicò storie horror e sci-fi su riviste come Creepy ed Eerie. Pubblicò anche su Métal Hurlant, la rivista francese fondata da Moebius e Druillet, e poi sulla sua controparte americana, Heavy Metal. Tra i vari lavori, nel 1976 realizzò Bloodstar, adattamento a fumetti di un racconto breve di Robert E. Howard, e Den, una storia di fantascienza favolistica di cui realizzerà diversi capitoli fino agli anni Novanta.

Negli anni Ottanta e Novanta ampliò la sua produzione e, oltre a continuare a pubblicare su Heavy Metal, iniziò a lavorare per Fantagor Press, con la quale diede alle stampe Horror in the DarkRip in Time e Son of Mutant World. Si dedicò inoltre all’illustrazione realizzando copertine di album musicali e poster cinematografici.

Ragemoor™ © 2012-2014 Richard Corben and Jan Strnad. Per l’Italia Magic Press Edizioni

Negli anni 2000 lavorò anche per Vertigo: su testi di Brian Azzarello disegnò una serie di numeri di Hellblazer (raccolti nel volume Hellblazer: Hard Time) e adattò a fumetti il classico racconto dell’orrore La casa sull’abisso di William Hope Hodgson. Subito dopo, sempre assieme ad Azzarello, per la linea Max di Marvel Comics realizzò le miniserie Banner e Cage, mentre per i testi di Garth Ennis disegnò l’albo speciale The Punisher: The End. Per l’editore di Spider-Man realizzò diverse altre storie, tra cui citiamo la miniserie L’antro dell’orrore, in cui adattò diverse poesie di Edgar Allan Poe.

Negli ultimi anni Corben ha inoltre realizzato fumetti di Conan e alcune storie per Hellboy che gli sono valse ben due premi Eisner (Hellboy: The Crooked Man e Hellboy: Double Feature of Evil). Nel 2012 è stato introdotto nella Will Eisner Award Hall of Fame e nel 2018 ha vinto il Grand Prix di Angoulême.

Leggi anche: Lo sguardo del fumetto secondo Richard Corben

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su InstagramFacebook e Twitter.