La scena dopo i titoli di coda dell’episodio 8 di “WandaVision”, spiegata

ATTENZIONE: QUESTO ARTICOLO CONTIENE SPOILER

visione bianco wandavision episodio 8

L’ottava puntata di WandaVision, la serie in cui Scarlet Witch e Visione vivono dentro una sitcom in perenne evoluzione temporale, ha rivelato i retroscena su come i due sono finiti nella città di Westview.

Visione, che era morto in seguito ai fatti di Avengers: Endgame, è tornato in vita attraverso i poteri di Wanda, che ne ha creato una copia. Nella serie ci era stato fatto inizialmente credere che Wanda avesse rubato i resti del corpo del marito dai laboratori dello S.W.O.R.D. (qui i dettagli dietro l’acronimo) e avesse dato vita a quelli. In realtà, il direttore dello S.W.O.R.D. aveva impedito alla donna di reclamare per sé le spoglie del sintezoide. In una scena dopo i titoli di coda Visione è riattivato da Tyler Hayward usando i poteri residui che Wanda aveva lasciato su uno dei droni inviati a Westview – e poi scaraventati fuori dalla città. La particolarità di questo nuovo Visione è di essere completamente bianco.

Tutti questi elementi iconografici e narrativi – il corpo di Visione smembrato su un tavolo da laboratorio e Visione bianco – sono stati ispirati dalla saga del 1989 Alla ricerca di Visione, scritta e disegnata da John Byrne (che infatti è ringraziato nei titoli di coda dell’episodio).

visione bianco wandavision episodio 8
Le scena nei fumetti dove Visione riappare resettato e tutto bianco

In origine, nei fumetti, Visione otteneva i propri schemi mentali dai tracciati cerebrali di Simon Williams, alias Wonder Man, estrapolati dopo la morte di quest’ultimo. In seguito, nella storia Alla ricerca di Visione pubblicata sulla serie West Coast Avengers (numeri 42-45), Visione veniva smembrato da Immortus e poi ricostruito da Hank Pym. Visione però divenne ostile e attaccò gli Avengers, che lo fermarono e lo resettarono per renderlo innocuo. In quel momento dell’intricata storia editoriale dei Vendicatori, Wonder Man era redivivo e si rifiutò di fornire i propri schemi mentali a Pym per resettare Visione.

Così, nel quarto capitolo dell’arco narrativo, Facce nuove, il sintezoide rinacque privo di un’anima e senza emozioni: il suo aspetto era bianco, proprio come un foglio di carta intonso. In seguito, adottò gli schemi mentali dello scienziato Alex Lipton, ma quelli di Simon Williams cominciarono pian piano a riemergere, unendosi gradualmente a quelli di Lipton, a formare la nuova personalità di Visione.

Leggi la guida agli episodi di WandaVision

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.