Il colpo di scena della settima puntata di “WandaVision”, spiegato

ATTENZIONE: QUESTO ARTICOLO CONTIENE SPOILER

wandavision episodio 7 agatha Harkness agnes

Nel settimo episodio di WandaVision, la serie tv dei Marvel Studios in cui Scarlet Witch e Visione vivono come i protagonisti di quella che sembra una sitcom americana ambientata nella città di Westview, è stato svelato il responsabile delle macchinazioni: la vicina di casa di Wanda e Visione, Agnes (interpretata da Kathryn Hahn), che in realtà si è rivelata essere Agatha Harkness.

Nei fumetti, Agatha Harkness è stata tutrice di Wanda nonché una delle streghe di Salem che furono processate nell’omonima cittadina americana nella seconda metà del Diciassettesimo secolo.

Agatha Harkness è una creazione di Stan Lee e Jack Kirby. Apparve per la prima volta in Fantastic Four 94 (1970), come governante di Franklin Richards. In apparenza «una vecchia uscita dalle fiabe», come dice la Cosa durante il loro primo incontro, che vive in una magione spettrale, piena di arredamenti gotici, insieme al gatto Ebony. Durante l’albo, i Temibili Quattro invadono la tenuta per rapire Franklin e Agatha scatena contro di loro Ebony, trasformatosi in una pantera mostruosa. Alla fine dell’avventura si scopre che Agatha era una delle streghe di Salem.

wandavision episodio 7 agatha Harkness agnes
Agatha Harkness in una delle sue prime apparizioni

Per un lungo periodo, Agatha comparve nelle storie dei Fantastici Quattro. Poi, nel 1974, Steve Englehart e Sal Buscema realizzarono Ingannati, stregati, morti!, storia pubblicata su Avengers 128 in cui Agatha smette di prestare servizio presso i Fantastici Quattro e diventa la tutrice di Scarlet Witch al fine di insegnarle a gestire i suoi poteri instabili, dopo aver avvertito che Wanda desiderava un’insegnante. 

Agatha ha un figlio di nome Nicholas Scratch, anch’egli un potente stregone, a sua volta padre di sette figli noti come Sette di Salem, una congrega di creature con poteri straordinari nemici dei Fantastici Quattro e di Wanda, creati da Len Wein e George Pérez alla fine degli anni Settanta. I Sette di Salem bruciarono Agatha al rogo.

In seguito, Agatha Harkness tornò in vita, sotto forma astrale o corporea, e diventò una presenza fissa nelle vicende riguardanti Wanda. Fu con Wanda quando lei concepì i gemelli Tommy e Billy, attraverso i suoi poteri di manipolazione della realtà, prelevando due frammenti dell’anima del supercriminale Pandemonium. Quando Pandemonium riuscì a riottenere i pezzi della sua anima, i figli di Wanda cessarono di esistere. Agatha le cancellò la memoria, per eliminare il ricordo dei figli perduti. Quando lo venne a sapere, Wanda uccise la donna.

agatha Harkness visione
Agatha Harkness in una scena di Visione

Nel fumetto Visione di Tom King e Gabriel Walta, in cui Agatha ha il ruolo di narratore onnisciente, veniamo a sapere che a un certo punto della sua vita ha sacrificato Ebony per acquisire poteri precognitivi.

Nell’ultimo fumetto dedicato a Wanda, Scarlet Witch, quest’ultima si è trasferita in un appartamento a Manhattan che condivide con lo spirito di Agatha. Alla fine della serie, lo spirito della madre di Wanda, la strega Natalya Maximoff, si sacrifica facendo tornare in vita Agatha.

I lettori di fumetti più appassionati avevano già sospettato questo colpo di scena, a causa degli indizi sparsi durante la serie: il nome “Agnes” ricorda foneticamente “Harkness” (oppure può essere visto come la crasi del nome “AGatha HarkNESs”), nell’episodio di Halloween Agnes è vestita da strega, nella sigla della seconda puntata, tra gli scaffali del supermercato era visibile la marca “Auntie A’s Kitty Litter” (“la lettiera per gatti di Zia A”), mentre nel settimo episodio Agnes veste abiti color viola, come quelli indossati da Agatha nei fumetti.

wandavision episodio 7 agatha Harkness agnes
Una scena clou del settimo episodio di Wandavision

Leggi la guida agli episodi di WandaVision

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su InstagramFacebook e Twitter.