No, la vostra copia di Akira non ha errori di stampa

akira panini comics giapponese
A sinistra l’edizione italiana di Panini Comics, a destra l’edizione giapponese di Kodansha | Foto: Panini Comics, Facebook

La nuova edizione di Akira di Katsuhiro Otomo pubblicata da Panini Comics ha esordito in fumetteria da pochi giorni ma sta già facendo discutere, a causa di alcune particolarità grafiche e cartotecniche. Sui social diversi lettori si sono infatti chiesti come mai le alette della sovraccopertina del primo numero presentino testi scritti in lingue straniere o il perché la prima e l’ultima pagina del volume siano incollate alla copertina. Soluzioni che in alcune persone hanno fatto sorgete il dubbio che si trattasse di errori commessi dall’editore.

Si tratta, però, di scelte dettate da Kodansha, l’editore giapponese che detiene i diritti dell’opera, che ha voluto che le particolarità della propria edizione siano mantenute anche all’estero. L’edizione italiana infatti si presenta simile in tutto e per tutto non solo a quella originale, ma anche, ad esempio, a quella statunitense.

akira panini comics
A sinistra il risvolto con i testi in cinese, a destra il risvolto con i testi in inglese

Non si tratta quindi di un errore dell’editore se nell’aletta sinistra della copertina del primo numero i testi sono scritti in cinese e nell’aletta destra sono scritti in inglese. Anche le pagine incollate direttamente alla copertina, a cui evidentemente non si riesce a dare una spiegazione logica, rispecchiano quelle dell’edizione giapponese.

Panini Comics è intervenuta con un post su Facebook per spiegare queste particolarità: «Il nostro obiettivo era rimanere il più fedeli possibile all’edizione originale di Akira, a partire dal senso di lettura, dall’uso dei materiali, dalla spugnatura, fino ai più piccoli dettagli delle alette e dei risguardi, fissati alla cover utilizzando la stessa tecnica dell’edizione giapponese, in modo che questo volume rispecchiasse la vera essenza di quest’opera e del suo significato per la storia del manga».

Nell’edizione statunitense nelle alette a destra i testi sono sempre in inglese, mentre a sinistra sono scritti nelle seguenti lingue (e così sarà anche nell’edizione italiana):

  • n. 2, coreano
  • n. 3, russo
  • n. 4, francese
  • n. 5, arabo
  • n. 6, giapponese

L’edizione presenta inoltre un effetto di spugnatura sul bordo delle pagine, che risulta colorato. Nel primo numero, infatti, il bordo delle pagine è di colore giallo. Ogni volume presenterà poi una colorazione diversa (nell’edizione statunitense, ad esempio, il bordo delle pagine del sesto numero è di colore rosso):

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.