“PTSD” di Guillaume Singelin, raccontare il trauma della guerra

ptsd guillaume singelin

PTSD, il volume di esordio del fumettista francese Guillaume Singelin – pubblicato in Italia da Edizioni BD – racconta la guerra e i traumi che essa comporta attraverso un segno delicato e cartoonesco, che inganna la crudezza dei temi e ricorda i lavori di maestri dell’animazione come Hayao Miyazaki e Isao Takahata, ma anche manga come Made in Abyss.

La protagonista della storia è Jun, una ex soldatessa che torna a casa dopo aver servito il suo Paese in una guerra impopolare. La giovane finisce però per essere emarginata dai suoi stessi concittadini, ridotta a vivere per strada. La guerra le ha lasciato segni sul corpo e nella mente ed è infatti vittima di un disturbo post traumatico che la spinge nell’abuso di medicinali. Tenterà comunque di recuperare la propria sanità mentale e scoprirà la gentilezza di una sconosciuta e la crudeltà delle gang locali. Si batterà contro criminali e spacciatori della città, trovando qualcosa di giusto per cui combattere.

PTSD – cartonato, 16,7×24 cm, 208 pagine a colori al prezzo di 19,50 euro – è distribuito in libreria e in fumetteria a partire dal 15 aprile e si può acquistare anche online.

Di seguito, le prime pagine del volume in anteprima.

ptsd guillaume singelin
ptsd guillaume singelin
ptsd guillaume singelin
ptsd guillaume singelin
ptsd guillaume singelin
ptsd guillaume singelin
ptsd guillaume singelin
ptsd guillaume singelin

Leggi anche: I fumetti di guerra ad acquerello di Hayao Miyazaki

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.