Le copertine di Bill Sienkiewicz per “Elektra: Assassin”

Nel 1986, Marvel Comics pubblicò Elektra: Assassin, serie dedicata alla ninja assassina che aveva esordito qualche anno prima su Daredevil. La storia era scritta da Frank Miller – il creatore del personaggio – e illustrata da Bill Sienkiewicz, nuovo talento che si stava affermando proprio in quegli anni grazie a serie come Moon Knight e New Mutants.

Sienkiewicz all’epoca stava cercando di rivoluzionare il mondo del fumetto mainstream con uno stile pittorico esuberante, che guardava al mondo dell’illustrazione e della pittura, soprattutto al lavoro di artisti americani contemporanei come Bernie Fuchs.

Le copertine di Elektra: Assassin realizzate da Sienkiewicz sono il perfetto esempio dello stile dell’autore, che in seguito si è fatto conoscere anche con la serie da autore unico Stray Toasters e per molte altre collaborazioni con Marvel e DC Comics. Le sue illustrazioni sono di vario tipo, da composizioni dinamiche ad altre più essenziali e iconiche, e si concedono anche citazioni tradizionali (come la copertina del settimo numero, che richiama il dipinto American Gothic di Grant Wood).

bill sienkiewicz elektra assassin
bill sienkiewicz elektra assassin
bill sienkiewicz elektra assassin
bill sienkiewicz elektra assassin
bill sienkiewicz elektra assassin

Elektra: Assassin vede la ninja Elektra affrontare la Bestia, un’entità sovrannaturale determinata a scatenare una guerra nucleare mondiale che per perseguire questo scopo si incarna nel sempre sorridente e inquietante Ken Wind, politico candidato alla presidenza degli Stati Uniti. Elektra è rinchiusa in un manicomio criminale e usa i propri poteri psichici per sfuggire. Farà di tutto per fermare la Bestia, scontrandosi perfino con lo S.H.I.E.L.D.

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.