Scoperte strisce perdute di Charles Schulz con personaggi adulti

Hagemeyer charles schulz striscia
Una delle strisce ritrovate | Immagine: Charles M. Schulz Museum

In occasione della mostra “Adults by Schulz”, organizzata dal Charles M. Schulz Museum and Research Center, saranno esposte al pubblico alcune strisce realizzate dal creatore dei Peanuts mai viste prime, che fanno parte di una serie di metà anni Cinquanta intitolata Hagemeyer.

Quattro di queste erano state pubblicate nei libri di Chip Kidd Peanuts: The Art of Charles M. Schulz e Only What’s Necessary, mentre le altre tre sono state scoperte nel maggio 2020, e rappresentano quindi una rarità inedita per gli appassionati di Charles M. Schulz. Il museo, che già possedeva i primi quattro esemplari, lo scorso anno ha acquistato all’asta le tre nuove strisce da un venditore anonimo.

Jean Schulz, vedova del fumettista, ha dichiarato al Washington Post che le strisce di Hagemeyer «sono un vero mistero anche per me». I protagonisti sono adulti ritratti nella loro vita lavorativa – figure che Schulz non ha mai voluto disegnare nei Peanuts – uno dei quali, Miss Hamhock, sembra una versione cresciuta della dispotica Lucy Van Pelt.

Con Hagemeyer Schulz avrebbe voluto provare a raccontare le dinamiche di lavoro all’interno di un magazzino quando a capo delle operazioni si trova una donna, Miss Hamhock appunto, mettendo in scena situazioni con cui affrontare i ruoli di genere nella società. L’autore disegnò Hagemeyer sui fogli che utilizzava per Peanuts, da cui la presenza del titolo nella prima vignetta di ogni striscia.

hagemeyer charles schulz strisce perdute
Una delle strisce ritrovate | Immagine: Charles M. Schulz Museum

«Stava cercando di sviluppare qualcosa che funzionasse» commenta il curatore dello Schulz Museum Benjamin L. Clark. «Non penso che li considerasse dei Peanuts cresciuti.» Di parere diverso Jean Schulz che ha affermato: «Non ci vedo molto di lui in questi fumetti».

Il titolo della striscia, oltre a essere il nome di uno dei personaggi, è un omaggio a un amico di Schulz, Elmer Roy Hagemeyer. I due si erano conosciuti in Kentucky durante la Seconda guerra mondiale e avevano sviluppato un rapporto fraterno. Hagemeyer, che di mestiere faceva il poliziotto, era dieci anni più vecchio di Schulz e lo trattava come un fratello minore, tanto che per il giovane Charles quella di Hagemeyer diventò una famiglia surrogato. Nei Peanuts, “Hagemeyer” è il cognome da sposata della maestra di Linus e quello dell’insegnante di musica di Marcie.

Secondo gli organizzatori della mostra, Schulz avrebbe proposto Hagemeyer al suo distributore, la United Feature Syndicate, che avrebbe rifiutato il progetto. In quegli anni, il fumettista era molto attivo con altre serie oltre Peanuts, come le vignette a tema sportivo È solo un gioco o quelle religiose di Young Pillars.

Insieme a Jim Sasseville Schulz varò anche la striscia d’avventura Joe Chiper, rifiutata anch’essa. Un dirigente della United disse all’autore: «Non la faccia, se questo inciderà sul tempo che dedicherà ai Peanuts, il mio primo amore».

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su InstagramFacebook e Twitter.