I fumetti di Charlie Watts, il batterista dei Rolling Stones

Il musicista Charlie Watts, scomparso lo scorso 24 agosto a 80 anni, era noto soprattutto per essere stato il batterista dei Rolling Stones, ma in vita si dedicò saltuariamente anche al disegno e ai fumetti, sua grande passione. Watts studiò infatti presso l’Harrow Art School di Westminster e, subito dopo essersi laureato, iniziò a lavorare presso lo studio grafico londinese Charlie Daniels Studios.

charlie watts fumetti Ode to A Highflying Bird
Ode to a Highflying Bird

Il primo fumetto di Charlie Watts risale ai tempi in cui frequentava l’università. Per un progetto scolastico in quegli anni scrisse e disegnò Ode to a Highflying Bird, una biografia a fumetti del musicista jazz Charlie Parker. Nel racconto, realizzato con un segno tremolante e minimale, Parker veniva ritratto con le sembianza di un uccello, derivante dal suo soprannome “Bird” (uccello in italiano).

La storia rimase tra le mura dell’università fino a quando Watts non divenne un musicista famoso e fu spronato a pubblicarla ufficialmente, anche sulla scia dei successi che avevano avuto negli anni Sessanta due libri illustrati di John Lennon (In His Own Write e A Spaniard in the Works). Ode to a Highflying Bird fu così pubblicato nel 1965, andando subito esaurito. Fu rieditato solo molti anni dopo, nel 1991, all’interno dell’album From One Charlie del Charlie Watts Quintet, con copertine e interni disegnati dallo stesso Watts.

From One Charlie

Charlie Watts continuò a disegnare e a fare fumetti in maniera amatoriale durante tutta la sua carriera da musicista professionista, occupandosi in particolare negli anni Sessanta di illustrare copertine di dischi e materiale promozionale dei Rolling Stones. Ad esempio, nel 1966 realizzò un fumetto breve stampato sul programma del tour statunitense della band. Intitolato It’s The Same Old Story (If Not The Song), ritraeva Mick Jagger cantare su un palco che via via diventava sempre più alto, con intorno a lui una folla di fan in festa, tra cui uno che li critica aspramente.

charlie watts
Il fumetto di Charlie Watts sul programma del tour statunitense dei Rolling Stones del 1966

Sul retro di copertina dell’album dei Rolling Stone Between the Buttons del 1967 c’è un altro fumetto disegnato da Watts. Nella breve storia sono raffigurati dei fan che idolatrano e criticano la band e che cambiano opinione di continuo, ammettendo la bravura dei musicisti solo dopo che sono diventati famosi.

fumetti charlie watts comics between the buttons
Between the Buttons

Leggi anche: Quando i Pink Floyd realizzarono un fumetto per l’album The Dark Side of the Moon

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.