Migliori Fumetti 2020 International – Germania

Durante l’estate, Fumettologica pubblicherà una speciale rassegna sul meglio del fumetto mondiale nel 2020. Si tratta della traduzione, con qualche contributo inedito, del ‘best of’ che il britannico Paul Gravett – il più importante critico di fumetti europeo, definito da Neil Gaiman “The man at the crossroads” – pubblica ogni anno sul proprio sito. 

La selezione è un’autentica bussola sulle novità e le tendenze soprattutto nell’ambito del graphic novel (ma non solo), è seguita da molti professionisti dell’editoria di fumetto, ed è realizzata grazie alla collaborazione di una vasta rete di corrispondenti stranieri (per l’Italia, il nostro direttore Matteo Stefanelli). Soprattutto, si tratta di una playlist utile per scoprire quali sono le opere più interessanti pubblicate in Paesi che vanno al di là dei tre mercati principali del fumetto globale – Giappone, Stati Uniti, Francia – e che quest’anno sono 15, dall’Argentina alla Corea del Sud a Singapore.

***

GERMANIA

migliori fumetti 2020 germania

Über Spanien lacht die Sonne [“Il Sole ride sulla Spagna”], di Kathrin Klingner (editore: Reprodukt)

Siamo in Germania, nel 2015. La protagonista del libro, Kitty, lavora per un’agenzia che modera i commenti su Internet per conto di aziende che vogliono controllare le interazioni sui propri siti e canali social. È un tipo di servizio di cui è facile sospettare l’esistenza, ma che può sembrare comunque un lavoro strano e folle. Poco tempo prima, il governo tedesco aveva deciso di aprire le frontiere ai migranti, e sebbene la maggior parte dei tedeschi capisse la necessità morale di questa decisione, altri si erano dimostrati estremamente contrari, infuriandosi all’interno di brutte discussioni su Internet.

Il titolo di questo graphic novel di 128 pagine fa allusione a un contesto più ampio, con un gioco di parole facile da spiegare. Die Sonne lacht über Spanien significa letteralmente “Il Sole ride sulla Spagna”, ma può anche significare “Il sole ride della Spagna”. Nella sua seconda accezione, il titolo forma la prima parte di un’espressione idiomatica che è stata spesso usata nel contesto della crisi dei rifugiati: “Über Spanien lacht die Sonne – über Deutschland die ganze Welt”, a significare che il mondo intero stava ridendo della decisione tedesca di far entrare tanti migranti.

Man mano, Kitty finisce trascinata in discussioni aggressive, confuse e tremende, e non riesce quindi a tenere il passo con l’eliminazione dei commenti peggiori. Kathrin Klingner sa di cosa sta parlando. Dopotutto, ha fatto lei stessa quel lavoro e ha esaminato in profondità l’abisso sociale che ora sta aprendo per i suoi lettori. Lo stile di disegno estremamente minimale e raffigurazione delle persone come personaggi antropomorfi sono elementi in pale contrasto con lo sfondo reale.

In brevi episodi, Klingner descrive l’assurdo lavoro quotidiano che Kitty fa insieme ai suoi colleghi e mostra una prospettiva costante sull’abisso oscuro dell’odio, della rabbia, della frustrazione e del risentimento. Lo fa con una quantità incredibile di umorismo nero, con ironia e con sarcasmo; ma a volte Kitty sembra anche semplicemente rassegnata e stanca, molto stanca, soprattutto perché non può impedire a tutta questa spazzatura nascosta in Internet di penetrare nella sua vita privata. Die Sonne lacht über Spanien è una lettura intelligente, arguta, sorprendente, divertente ma, nel senso migliore della parola, inquietante.
(acquista online)

Vervirte Zeiten [“Tempi confusi”], di Ralf König (editore: Rowohlt Verlag)

Anche se Vervirte Zeiten di Ralf Koenig è stato pubblicato come libro solo all’inizio del 2021, è apparso originariamente nel 2020 e l’argomento che affronta è tipico di quell’anno, quindi deve essere incluso in questo Best of 2020. Durante il blocco, da marzo a ottobre, König ha pubblicato quotidianamente online una striscia di quattro vignette. L’argomento? Il lockdown, ovviamente.

Ora, abbiamo davvero bisogno di un altro libro sul Covid-19? Sì, assolutamente, perché quasi nessuno ha descritto il primo anno del Covid-19 in modo così sincero e divertente come ha fatto Ralf König in Vervirte Zeiten. I protagonisti della storia sono Konrad e Paul, la famosa coppia gay di König, stavolta in lockdown. Chiusi nel loro appartamento, le loro differenze diventano più evidenti che mai: Konrad è un insegnante di pianoforte colto e sensibile che può facilmente far fronte alle restrizioni; Paul, guidato dalla libido, scrive porno gay e diventa sempre più frustrato e irrequieto. Per decenni, Konrad ha fatto i conti con la poligamia di Paul, ma quando Paul invia al direttore della filiale del supermercato vicino una foto del suo pene, Konrad esplode. Questo attrito insolitamente violento tra Konrad e Paul crea tensione e ulteriore ironia.

Vervirte Zeiten è diverso dalla maggior parte dei diari sul Covid-19. König non descrive la sua vita quotidiana e il suo stato d’animo personale, ma elabora le sue osservazioni applicandole all’universo familiare immaginario di Konrad e Paul. E lo fa in tempo reale, per così dire. Negli ambienti omosessuale ed eterosessuale che circordano Konrad e Paul c’è grande varietà di prospettive: König guarda la situazione attraverso gli occhi dei tanti personaggi, che reagiscono tutti in modo diverso. Soprattutto, König non è né un commentatore, né mette in fila battute stereotipate sul lockdown; König è un narratore.

È affascinante osservare come le situazioni iniziali si trasformino gradualmente in storie, come le trame e le gag siano sempre più collegate tra loro e si trasformino in un romanzo di 192 pagine. È semplicemente geniale come König riesce a trasfomare la realtà quotidiana opprimente in finzione umoristica. Tra pochi anni, Vervirte Zeiten sarà uno di quei libri che guarderemo per ricordare com’è stato questo primo anno di pandemia.
(acquista online)

***

Questa selezione dei migliori fumetti 2019 pubblicati in Germania è firmata dal giornalista e scrittore Christian Gasser. È stata pubblicata sul sito www.paulgravett.com, e la traduciamo qui con il permesso degli interessati.

Christian Gasser è uno scrittore svizzero di fiction, è giornalista e docente alla Lucerne University of Applied Sciences and Art. Recensisce fumetti per vari quotidiani, riviste e programmi radio svizzeri e tedeschi. È inoltre coeditor della rivista di fumetto Strapazin e membro della giuria del “Max und Moritz Preis” dell’Erlangen Comic-Festival. I suoi libri più recenti sono: Animation.ch. Vision and Versatility in Swiss Animated Film (2011, come e-Book ampliato nel 2016), Comix Deluxe (2012), Rakkaus! (Finnish: Liebe) (novel, 2014).

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.