È morto Eiichi Yamamoto, il regista dell’anime “Belladonna of Sadness”

morto Eiichi Yamamoto

Il 7 settembre scorso è morto il regista giapponese Eiichi Yamamoto, noto per aver diretto il lungometraggio d’animazione Belladonna of Sadness.

Yamamoto nacque a Kyoto nel 1940. Dopo il diploma entrò nella Otogi Productions di Ryuichi Yokoyama e nel 1960 incontrò Osamu Tezuka, entrando poi a lavorare per nella sua Mushi Produtions. Partecipò come animatore a Astro Boy nel 1963 e a Kimba il leone bianco nel 1965, oltre ad aver preso parte a varie altre produzioni. Nel 1969 diresse gli anime Le mille e una notte e nel 1970 Cleopatra.

Nel 1973 Yamamoto diresse Belladonna of Sadness, sempre per Mushi Productions. Si tratta di un film d’animazione audace, indirizzato a un pubblico adulto, con un’estetica che richiama Redon, Schiele e Klimt. La storia si svolge in un villaggio della Francia, immerso in un immaginario Medioevo. I protagonisti, Jeanne e Jean, si amano e vogliono sposarsi, ma non hanno fatto i conti con il feudatario locale.

Dopo la chiusura di Mushi Productions per bancarotta, Yamamoto scrisse e supervisionò la prima serie animata di Space Battleship Yamato, della quale realizzò inoltre il design del logo. Lavorò inoltre come supervisore all’OAV Urotsukidoji: Legend of the Overfiend.

Leggi anche: 30 film anime che dovreste vedere

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.