Le scene dei titoli di coda di “Shang-Chi e la leggenda dei Dieci Anelli”, spiegate

ATTENZIONE: QUESTO ARTICOLO CONTIENE SPOILER

scene titoli di coda shang chi e la leggenda dei dieci anelli

Come tutti i film Marvel (e non più solo quelli, ormai), anche Shang-Chi e la leggenda dei Dieci Anelli di Destin Daniel Cretton presenta alcune scene fra i titoli di coda, in questo caso due, che lasciano intendere i possibili scenari futuri per il protagonista e i suoi comprimari.

La prima delle due scene, posta a metà dei titoli di coda, è ambientata nello studio di Wong (Benedict Wong) a Kamar-Taj subito dopo il finale del film. Insieme a Shang-Chi (Simu Liu) e Katy (Awkwafina), qui troviamo anche – in versione olografica – Bruce Banner (Mark Ruffalo) e Carol Danvers/Captain Marvel (Brie Larson), alla loro prima apparizione dopo gli eventi di Avengers: Endgame.

Nell’analizzare i Dieci Anelli e cercare di capirne la provenienza, Wong afferma che, quando sono stati attivati, essi hanno inviato un segnale chissà dove. La trama sarà probabilmente approfondita in Doctor Strange in the Multiverse of Madness, film di Sam Raimi in uscita a marzo 2022, dove è prevista un’apparizione di Shang-Chi.

In questa scena Bruce Banner ha il braccio legato al collo – ferito in seguito all’uso del Guanto dell’Infinito – ma non le sembianze di Hulk. In Endgame, il personaggio era rimasto momentaneamente bloccato in una nuova condizione che univa l’intelligenza di Banner con la forza – e il colore dell’epidermide – di Hulk (qui c’è tutto quello che c’è da sapere), in attesa di guarire dalle ferite.

Quando, come e perché Banner sia tornato a essere solo Banner sarà probabilmente spiegato in seguito. Mark Ruffalo dovrebbe essere presente nella serie tv su She-Hulk, in uscita su Disney+ nel 2022, e forse anche in quella dedicata a Moon Knight, sempre prevista per il prossimo anno. Carol Danvers invece tornerà in The Marvels, film che dovrebbe essere distribuito a novembre 2022.

La seconda delle scene, per la quale bisogna aspettare la fine di tutti i titoli di coda, ha per protagonista invece Xialing, la sorella di Shang-Chi (interpretata da Meng’er Zhang). Se nel finale del film era stato dichiarato che era tornata in Cina per smantellare definitivamente i Dieci Anelli dopo la morte di suo padre Wenwu, qui la troviamo invece intenta a rifondare l’organizzazione con i suoi uomini di fiducia.

La scena si chiude con una grafica raffigurante il logo dell’organizzazione terroristica con sovrimpressa la dicitura «I Dieci Anelli torneranno», suggerendo che possa esserci in futuro un sequel con protagonista Shang-Chi (negli scorsi giorni, Kevin Feige, il capo dei Marvel Studios, ha affermato di avere già molte idee per il futuro di questi nuovi personaggi).

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.