Come sarà la Self Area di Lucca Comics 2021

self area lucca comics 2021

La Self Area, lo spazio di Lucca Comics & Games dedicato a collettivi di autoproduzioni e piccole realtà editoriali, torna anche nel 2021. Questo nonostante le problematiche nate nei mesi passati, quando un gruppo di 29 etichette indipendenti di fumetto aveva deciso di non partecipare all’edizione 2021 della manifestazione, in polemica con la gestione della Self Area da parte di Lucca Comics.

In un comunicato congiunto, le etichette affermavano infatti di aver ricevuto solo lo scorso 1 ottobre le prime informazioni sulla Self Area, che quest’anno dovrebbe essere posta fuori dalle mura della città, in un padiglione retrostante il Palazzetto dello Sport. Una soluzione «lontana dal cuore pulsante del festival, dalla stazione dei treni, ma soprattutto lontana dall’editoria del fumetto, ovvero ciò che siamo anche noi a livello fattuale» si leggeva nel comunicato.

Nel tentativo di far rientrare il problema, il direttore del festival Emanuele Vietina aveva provato a formulare un’alternativa alle etichette indipendenti, proponendo un’area in un palazzo centrale come quello della Biblioteca Civica Agorà, non distante da Piazza Napoleone, dove trovano spazio alcune delle principali case editrici di fumetto.

Oggi, in un comunicato che ha seguito una conferenza stampa di Lucca Comics & Games, è stato confermato che l’organizzazione del festival ospiterà gratuitamente una selezione di realtà indipendenti presso gli spazi della Biblioteca Agorà. Al momento, però, non è stato però specificato quali e quante saranno le realtà che prenderanno parte all’evento.

Inoltre, come lo scorso anno ci sarà il “Bookshop Self Area” gestito dalla libreria bolognese Inuit, che sarà presente sia fisicamente a Lucca sia online. Il bookshop fisico presenterà una selezione di volumi che faranno parte della scena dell’autoproduzione italiana e internazionale e della microeditoria illustrata. Lo store online, già visitabile a questo link, presenterà libri e albi di oltre 40 realtà tra collettivi e micro-editori.

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su InstagramFacebook e Twitter.