È morto il vignettista satirico Lars Vilks, che viveva sotto scorta

morto Lars Vilks
Lars Vilks

Domenica 3 ottobre è morto il vignettista svedese Lars Vilks, rimasto vittima di un incidente stradale insieme ai due agenti di polizia della sua scorta. Salito alla ribalta per le sue caricature di Maometto del 2007, l’autore viveva sotto scorta dal 2010, a causa delle minacce subito dopo che aveva firmato un disegno in cui rappresentava Maometto con il corpo di un cane (nell’immagine sottostante).

Riguardo alla morte, la polizia svedese ha escluso l’ipotesi dolosa, ma sta indagando sull’incidente, che ha visto l’automobile di Vilks scontrarsi con un camion proveniente dalla direzione opposta sull’autostrada E4, nei pressi della cittadina di Markaryd.

Vilks fu uno degli obiettivi dell’attentato terroristico di Copenhagen del febbraio 2015. Intervistato a proposito da Repubblica disse: «Chi fa il mio lavoro aveva paura anche prima. Non è meglio o peggio. Semmai dopo la strage di Parigi il dibattito sulla libertà d’espressione si è fatto più franco. I terroristi non sono riusciti a impedirlo. Spero che questo ennesimo attacco, anziché far aumentare la paura, contribuisca ad ampliare la discussione: la libertà d’espressione è un tema fondamentale. Tutti devono prendere posizione netta al riguardo».

Leggi anche: 7 autori di fumetti che lottano per la propria libertà

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su Instagram, Facebook e Twitter.