Il colpo di scena dei titoli di coda di “Venom – La furia di Carnage”, spiegato

venom la furia di carnage scena titoli di coda

ATTENZIONE: QUESTO ARTICOLO CONTIENE SPOILER

La scena fra i titoli di coda di Venom – La furia di Carnage, uscito nei cinema italiani questa settimana, non è stata un semplice divertissement fine a se stesso, ma ha presentato un colpo di scena atteso da molti fan dei film Marvel, che anticipa un possibile coinvolgimento del protagonista all’interno del Marvel Cinematic Universe.

Dopo il finale del film, ritroviamo infatti Eddie Brock e Venom latitanti, nascosti in un hotel a guardare la tv. All’improvviso, però, la stanza intorno a loro cambia aspetto, e su un nuovo televisore appare un volto famigliare: quello di J. Jonah Jameson, interpretato come in Spider-Man: Far From Home da J.K. Simmons.

Riprendendo proprio la scena post-credits di quel film, Jameson parla della morte di Mysterio e rivela il vero volto di Spider-Man, con le fattezze dell’attore Tom Holland, l’attuale interprete dell’eroe. A quanto pare, Eddie Brock e Venom hanno subito gli effetti della nascita del Multiverso – avvenuta nella serie tv Loki – e sono stati in qualche modo trasportati all’interno del Marvel Cinematic Universe.

Lo scorso maggio, il presidente di Sony Pictures Sanford Panitch aveva lasciato intendere che questa svolta fosse più che possibile, affermando anche che «sta diventando più chiaro alla gente in quale direzione stiamo andando e credo che, quando uscirà No Way Home, ancora di più sarà rivelato». Il prossimo film di Spider-Man, in uscita a dicembre, mostrerà infatti gli effetti del multiverso sulla vita del personaggio, con l’apparizione di personaggi provenienti dalle pellicole precedenti alla nascita del Marvel Cinematic Universe.

Anche se la prossima apparizione di Venom nei film o nelle serie tv dei Marvel Studios non è ancora stata annunciata, dopo l’uscita di Venom – La furia di Carnage negli Stati Uniti, il regista Andy Serkis ha dichiarato che un crossover cinematografico fra Spider-Man e Venom ora è non solo possibile, ma praticamente certo: «Volevamo far sapere al pubblico che i due universi stanno in qualche modo per scontrarsi, e volevamo farlo in un modo che lasciasse ancora molto aperto il tutto».

Già nel 2015, Marvel Studios e Sony Pictures si accordarono per permettere a Spider-Man di apparire nei film dell’universo cinematografico Marvel, così come è poi avvenuto in Captain America: Civil WarAvengers: Infinity War e Avengers: Endgame. I Marvel Studios inoltre hanno co-prodotto Spider-Man: Homecoming e Spider-Man: Far From Home.

Nel 2019, il rapporto fra le due parti sembrò essersi (almeno per un brevissimo periodo) interrotto, ma evidentemente il nuovo accordo ha portato a piani di più lunga gittata e non riguardanti solo il terzo film di Spider-Man come era stato comunicato in un primo momento. Per il momento, non è dato invece sapere se tale accordo riguarderà anche i prossimi film di Sony ambientati nel mondo di Spider-Man, tra i quali quelli dedicati a Morbius (rimandato più volte a causa della pandemia e attualmente previsto per gennaio 2022) e Kraven il Cacciatore.

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su InstagramFacebook e Twitter.