“L’Incal” di Jodorowsky e Moebius diventa un film

L’Incal, il fumetto di fantascienza realizzato fra il 1981 e il 1988 da Alejandro Jodorowsky e Moebius, starebbe per diventare un film.

Ad annunciarlo è stato lo stesso Jodorowsky, che sui social ha annunciato la nascita di un sito ufficiale dedicato al film. Sito sul quale è presente solo un’immagine dell’Incal – un piccolo oggetto piramidale dotato di intelligenza propria e poteri enormi – con la promessa che il 4 novembre scopriremo «chi porterà l’iconico graphic novel di Jodorowsky e Moebius sul grande schermo».

Ambientato in un futuro distopico, L’Incal è la storia di John Difool, un detective privato scalcinato che, nel corso di un caso finito male, si imbatte in un misterioso oggetto, l’Incal dal quale riceve straordinari poteri. Difool però si ritrova poi al centro di una contesa fra associazioni governative, mutanti, scienziati e politici, tutti alla ricerca dell’Incal.

Pubblicata in Francia da Les Humanoïdes Associés sulla storica rivista di fantasy e fantascienza a fumetti Métal hurlant, la saga originaria è composta da sei capitoli: L’Incal nero, L’Incal luce, Ciò che è in basso, Ciò che è in alto, La quintessenza prim parte e La quintessenza seconda parte, tutti pubblicati in Italia all’interno di un unico volume da Mondadori Oscar Ink.

Negli anni, L’Incal ha poi generato diversi spin-off, tutti sceneggiati da Jodorowsky: Prima dell’Incal (disegni di Zoran Janjetov), L’Incal finale (Moebius e José Ladrönn), La Casta dei Meta-Baroni (Juan Giménez), I Tecnopadri (Janjetov) e Megalex (Fred Beltran).

Non è la prima volta inoltre che L’Incal tenta lo sbarco al cinema: già negli anni Ottanta, il regista e produttore Pascal Blais realizzò il trailer per un film animato basato sul fumetto, che però non fu mai prodotto.

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su InstagramFacebook e Twitter.