5 domande rimaste aperte dopo il finale di “Hawkeye”

ATTENZIONE: QUESTO ARTICOLO CONTIENE SPOILER

hawkeye finale serie tv marvel

Come succede spesso per film e serie tv Marvel, anche Hawkeye è un prodotto a sé, fruibile da chiunque, ma allo stesso tempo un tassello incastonabile all’interno di un mosaico più ampio, quello del Marvel Cinematic Universe. Così, nonostante alcune trame della serie siano state chiuse con l’episodio finale, alcune sono state lasciate volutamente aperte, portando a diversi interrogativi – per il momento – privi di risposta, e per i quali bisognerà aspettare i prossimi prodotti televisivi e cinematografici dei Marvel Studios.

Ci sarà una seconda stagione?

Con il finale di Hawkeye, Clint Barton (Jeremy Renner) ha preso definitivamente Kate Bishop (Hailee Steinfeld) sotto la sua ala protettiva, accogliendola persino in famiglia. Se la seconda stagione di Loki era stata annunciata in coda all’ultimo episodio della prima, alla fine di Hawkeye non è invece stata fatta alcuna menzione a un’eventuale prosecuzione.

Rhys Thomas, produttore esecutivo e regista di tre episodi della serie, è stato molto vago in proposito: «Non posso parlare di piani futuri, nella tradizione della segretezza. […] È stato bello vedere il personaggio di Hailee legarsi così saldamente all’MCU. Non vedo davvero l’ora di scoprire in che direzione andrà il personaggio. E, sì, mi è piaciuto percorrere le strade dell’MCU e mi piacerebbe davvero farlo di nuovo».

Tra i prossimi film MarvelDottor Strange e il multiverso della follia, Thor: Love and Thunder, Black Panther: Wakanda Forever e The Marvels – sembrerebbe esserci poco spazio per due eroi urbani come Clint e Kate. Allora forse sarà più probabile rivederli in una delle serie tv in arrivo su Disney+, ovvero Moon Knight, She-Hulk o più probabilmente Echo, che sarà incentrata su Maya Lopez (Alacqua Cox).

Per quanto riguarda Kate Bishop, il suo futuro potrebbe essere legato all’esordio degli Young Avengers, super gruppo di cui il personaggio è stato membro nei fumetti di Marvel Comics. Un loro possibile coinvolgimento nel Marvel Cinematic Universe non è ancora stato annunciato, ma diversi altri membri del gruppo hanno già fatto la loro prima apparizione: Cassie Lang/Stature nei film di Ant-Man, Tommy/Speed e Billy/Wiccan in WandaVision, Elijah Bradley/Patriot in The Falcon and the The Winter Soldier e Kid Loki in Loki. In Dottor Strange nel multiverso della follia farà invece il suo esordio America Chavez.

Maya ha davvero ucciso Kingpin?

In una delle scene conclusive della serie, abbiamo visto Maya Lopez puntare una pistola verso Wilson Fisk/Kingpin (interpretato da Vincent D’Onofrio), dopo aver scoperto che suo padre era morto per causa del boss del crimine di New York e non del vigilante Ronin. Il colpo di pistola però avviene fuori scena, mettendo in dubbio il destino di Kingpin.

In nostro aiuto potrebbe arrivare un fumetto di Marvel Comics, in cui era accaduta una scena praticamente uguale. In Daredevil (Vol. 2) 15 di David Mack (testi) e Joe Quesada (disegni), ultimo capitolo della saga a fumetti intitolata Parti di un buco, pubblicata da Marvel Comics nel 2000, Maya Lopez (alias Echo) scopriva infatti che non era stato Daredevil a uccidere suo padre come gli era stato fatto credere, ma proprio Kingpin (abbiamo raccontato qui tutti i dettagli).

Anche nel fumetto – come nel finale di Hawkeye – lo sparo però avviene fuori scena e non ne scopriamo subito le conseguenze. Qualche pagina dopo, però, comprendiamo che Kingpin è ancora vivo ma ha perso la vista in conseguenza del colpo a bruciapelo di Maya Lopez.

Se il futuro di Maya Lopez nel Marvel Cinematic Universe è già noto (sarà la protagonista della serie tv Echo, che verrà resa disponibile in streaming su Disney+ tra la fine del 2022 e gli inizi del 2023), non si sa ancora quale sarà il destino di Kingpin. Il fatto che anche in Hawkeye lo sparo sia avvenuto fuori scena, lascia pensare che il boss del crimine di New York possa non essere morto e magari fare il suo ritorno proprio in Echo.

hawkeye finale maya lopez echo

Che farà ora Yelena?

Dopo aver perdonato Clint Barton, Yelena Belova (Florence Pugh) sembra non avere una direzione immediata nel Marvel Cinematic Universe, quindi la sua prossima apparizione potrebbe avvenire ovunque. Di certo la ragazza è ancora legata alla Contessa Valentina Allegra de Fontaine, interpretata da Julia Louis-Dreyfus (Seinfeld), che l’aveva avvicinata nella scena post-credits di Black Widow. In The Falcon and the Winter Soldier, la donna ha arruolato anche John Walker/U.S. Agent, dando l’idea di voler formare una squadra per conto di un mandante misterioso.

Ma a quale scopo? Forse si tratta di una Nick Fury al femminile che sta arruolando una propria versione degli Avengers (ricordiamo che in circolazione c’è anche un Visione bianco)? Questo gruppo potrebbe essere il corrispettivo cinematografico dei Thunderbolts o dei Dark Avengers, già noti ai lettori dei fumetti Marvel.

Yelena Belova – creata dalla sceneggiatrice Devin Grayson e dal disegnatore J.G. Jones – fece il suo esordio nei fumetti nel 1999 come nemesi di Natasha, di cui prese momentaneamente il posto nei panni di Vedova Nera. In quegli anni fu anche protagonista di tre miniserie: Black Widow del 1999 di Devin Grayson e J.G. Jones; Black Widow vol. 2 del 2001 di Devin Grayson, Greg Rucka e Scott Hampton; Black Widow: Pale Little Spider del 2002 di Greg Rucka e Igor Kordey. Tutte queste storie sono state raccolte da Panini Comics nel volume Black Widow – Marvel Knights.

Rivedremo Jack Duquesne?

Tra i protagonisti dell’ultima puntata di Hawkeye c’è stato anche Jack Duquesne (Tony Dalton), che ha affrontato la Tracksuit Mafia a colpi di spada. Una futura apparizione del personaggio nel Marvel Cinematic Universe non è però al momento stata annunciata. Un personaggio con un nome molto simile e la propensione per lo stesso tipo di armi in passato è però apparso anche nei fumetti di Marvel Comics, militando persino negli Avengers: lo Spadaccino.

Creato nel 1965 da Stan Lee, Jack Kirby e Don Heck, lo Spadaccino (in originale Swordsman) è in realtà Jacques Duquesne, nato e cresciuto nella fittizia nazione del sud-est asiatico (sotto il controllo francese) di Siancong, che lasciò il suo paese in cerca di avventura dopo l’assassinio di suo padre. Abile con le spade, fece allora da mentore a un giovane Clint Barton/Occhio di Falco, insegnandogli a maneggiare le armi da taglio.

Dopo essere diventato un super criminale, riuscì a entrare con l’inganno negli Avengers – in cui militava anche Occhio di Falco – in qualità di spia del Mandarino, il nemico di Iron Man. Dopo aver tradito il gruppo (e averlo salvato, in preda al pentimento), lo Spadaccino affrontò poi il gruppo in numerose altre occasioni, alleandosi con altri super criminali come Power Man, Batroc e Testa d’Uovo. Anche lui sarà arruolato dalla Contessa Valentina Allegra de Fontaine?

hawkeye finale jack duquesne

A chi appartiene in realtà il Rolex recuperato da Clint?

Una delle trame di Hawkeye, ha visto Clint Barton recuperare un Rolex molto caro a sua moglie Laura (Linda Cardellini), che a quanto pare nasconde nel suo passato più di quello che le sue precedenti apparizioni nel Marvel Cinematic Universe avevano lasciato intendere. Nel finale, scopriamo che il retro dell’orologio ha inciso il logo dello S.H.I.E.L.D. e il numero 19.

Nei fumetti di Marvel Comics, l’Agente 19 dello S.H.I.E.L.D. è stata in passato Barbara “Bobbi” Morse, nota anche come la supereroina Mimo (in originale Mockingbird), che in passato ha fatto parte degli Avengers. Creata nel 1971 da Gerry Conway e Barry Smith, nei fumetti Bobbi Morse è stata a lungo sposata proprio con Clint Barton/Occhio di Falco.

Una Bobbi Morse (interpretata da Adrianne Palicki) è già apparsa nella serie tv Agents of S.H.I.E.L.D., andata in onda fra il 2013 e il 2020. Inizialmente considerata in continuity con i film dell’MCU, la serie sembra invece essere ora fuori dal canone. Non è ancora sicuro però che Laura Barton sia in realtà una Bobbi Morse sotto copertura, e fino a prova contraria entrambi i personaggi potrebbero continuare a convivere.

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su InstagramFacebook e Twitter.