In Italia ci sono 9 milioni di lettori di fumetti

lettori fumetti italia 2021

Secondo uno studio condotto da Associazione Italiana Editori (AIE) in collaborazione con Lucca Comics & Games, ALDUS UP ed Eudicomin, ci sono quasi 9 milioni i lettori di fumetti in Italia.

I risultati della ricerca sono stati presentati durante Più libri più liberi, la fiera nazionale della piccola e media editoria di Roma e mostrano, ha spiegato Emanuele Di Giorgi della commissione Comics and graphic novels di AIE, «come la lettura di fumetti sia diffusa in tutte le fasce d’età, soprattutto quelle giovanili, e come i lettori di fumetti siano anche forti lettori di altri generi, smentendo così il luogo comune che vede il fumetto come un mondo separato dal resto del panorama editoriale, la cultura considerata “alta”».

Secondo lo studio, i lettori di fumetti dai 14 anni in su sono 8,7 milioni, ovvero il 18% della popolazione e il 35% della platea complessiva dei lettori. I dati messi a confronto con altre ricerche svolte in passato (quella del 1996 di Istat sui maggiori di sei anni e quella del 2019 di Ipsos sui maggiori di 15) mostrano una crescita notevole: i lettori di fumetto erano 3,96 milioni nel 1996 e 7,28 nel 2019. Una ricerca di Ipsos condotta nel 2021 stima 8,27 milioni di lettori, ma anche in questo caso i dati sono stati raccolti partendo dai 15 anni in su.

Sempre secondo la ricerca di AIE, i fumetti sono letti più da uomini (21%) che da donne (14%) e più da giovani che dagli anziani, anche se non in maniera preponderante. Anzi, si può dire che la lettura di fumetti è molto presente fino agli under-55. Nel dettaglio: i lettori di fumetti in Italia sono il 17% della popolazione nella fascia d’età 15-17 anni, il 26% tra i 18 e i 24 anni, 23% (25-34 anni), 22% (35-44 anni), 20% (45-54 anni), 13% (55-64 anni) e 11% (65-74 anni).

La media dei fumetti letti ogni anno è di 17,5 (a stampa nuovi e usati e e-book). Il 64% ne legge più di 7 all’anno. In molti scelgono il digitale e l’usato: il 31% dei lettori di fumetti legge anche e-book, mentre il 42% si affida anche all’usato. Chi legge i fumetti, inoltre, nell’83% dei casi legge anche narrativa, saggistica e altri generi (contro una media nazionale del 52%), legge e-book (48% contro media del 23%), ascolta audiolibri (27% contro 11%).

«La ricerca commissionata da AIE è un ulteriore, fondamentale strumento per comprendere l’ecosistema fumetto, partendo da chi ne è al centro: il lettore», ha detto Emanuele Vietina, il direttore generale di Lucca Crea. «Lo studio presentato a Più libri più liberi conferma l’osservatorio di Lucca Comics & Games: l’appassionato di romanzi grafici è un consumatore culturale attivo e consapevole, distribuito su tutte le fasce d’età. Conoscerlo significa comprendere i motivi per cui il fumetto, oggi, è uno dei principali linguaggi della contemporaneità. Lucca Crea è orgogliosa di essere al fianco di AIE in questo primo significativo studio di una filiera vieppiù centrale per la vita economica e culturale del paese.»

Questo studio di AIE segue quello presentato dallo stesso ente pochi giorni fa riguardante lo stato dell’editoria italiana, in cui si evidenzia come negli ultimi 11 mesi – da gennaio a novembre 2021 – le vendite di fumetti in libreria e online siano aumentate del 188%.

Leggi anche:

Entra nel canale Telegram di Fumettologica, clicca qui. O seguici su InstagramFacebook e Twitter.